Chi siamo

DSCF0016.JPG

La nostra è un’attività nata per passione, coltivata nei momenti liberi dagli impegni impegni lavorativi. La nostra famiglia porta avanti questa attività da quasi 50 anni e i nostri alveari sono collocati nella zona collinare della Valtiberina lontano da ogni tipo di inquinamento.

Tutta la produzione passa dall’alveare al nostro laboratorio dove il miele viene raccolto, fatto maturare e invasettato rispettando tutte le procedure igieniche.

Contatti

DSCF0066.JPG

Apicoltura Santucci e Capaccioni

Loc. Rotetino (Paterna) n° 143

Monte Santa Maria Tiberina

(PG), Umbria, Italy

tel: 075 854867

cel: 347 7547559 – 347 5357326

email: apicolturasantucci [at] libero [dot] it

I prodotti

DSCF0003.JPG   

 Aroma delicato, energetico e secondo la farmacopea popolare può essere considerato un disintossicante molto utile al fegato.
 

DSCF0006.JPG   

 E’ un miele molto aromatico e profumato come il fiore,  il retrogusto è molto persistente. Secondo gli studiosi erboristici il fiore di biancospino ha proprietà  rilassanti, quindi, si presume che anche il miele abbia le stesse caratteristiche.

 

DSCF0056.jpg   

 Molto aromatico, è molto ricco di tannio e vitamina P. Secondo i detti popolari attiva la circolazione sanguigna
 

DSCF0008.JPG   

 E’ un tipo di mile che le api producono nella prima primavera, ha un gusto aromatico molto persistente, cristallizza precocemente e in modo grossolano. Secondo la farmacopea popolare può essere utile nelle affezioni delle  vie  urinarie.
 

DSCF0011.JPG   

Secondo gli esperti la  melata ha un potere nutritivo tre volte superiore al miele di nettare, inoltre presenta una buona capacità battericida.
 

DSCF0014.JPG   

 E’ un miele ricco di sostanze minerali, ha proprietà benefiche nei casi di anemie. E’ consigliato per combattere raffreddori e infiammazioni delle prime vie respiratorie.

La storia

storia,mieleLa nostra attività di cura delle api, per la produzione di miele, deriva da una tradizione familiare piuttosto lontata, quando mio suocerto, già negli anni cinquanta, si dedicava a questa coltura, oltre agli altri lavori agricoli. A quel tempo costruiva gli alveari da solo, durante l’inverno, utilizzando il legno di castagno che ricavava dal suo bosco.

storia,mieleLe arnie erano un pò rozze, ma sicuramente più resistenti ed economiche di quelle che oggi il mercato mette a disposizione, realizzate prevalentemente con legname di pioppo.

Mia moglie ed io, svolgiamo questa attività, tra gli altri impegni, con la stessa passione con cui la esercitava lui, curando soprattutto la qualità e la genuinità del prodotto, come lui stesso ci ha insegnato.

storia,mielePer questo abbiamo dislocato gli alveari in varie località, lontano dalle colture intensive, dove non c’è inquinamento ambientale dovuto a  concimazione e pesticidi. Alcune arnie si trovano nella zona alta di Ciarafieri ed altre nella località Rasina di Umbertide.

In quest’ultima località si produce un ottimo miele di erica, di acacia e di castagno.